Chi non ha mai desiderato trovare un messaggio in bottiglia trasportato dalle onde? Un romantico mezzo di trasporto posta che ora tutti possono avere in casa grazie alla intraprendenza di alcuni russi di Vladivostock che affidano le lettere in bottiglia alle onde del Mar del Giappone. Lettere che vengono recuperate dopo alcuni giorni. Un viaggio fra i flutti, con tanto di certificato e che anche se studiato e preparato non perde il profumo del mare e il fascino dell’avventura.

Guardate https://www.youtube.com/watch?v=6RJwgzvcw2w&t=11

La collezione di francobolli "non ortodossi" per il loro formato, per i materiali di cui sono fatti o che sono in essi inclusi, è molto interessante, anche se nel tempo... - secondo me - diventa un po' stucchevole. Qui sopra vediamo che l'Austria ha prodotto negli anni 2000 un francobollo in ceramica, uno in gomma (un pallone), e  uno in tessuto ricamato (veste tradizionale). Ad essi si sono aggiunti anno dopo anno altre emssioni particolari. Qui sotto un bollo con granelli di meteora, poi i calzoncini tirolesi in cuoio e pietre di Swaroski, infine un francobollo in vetro del 2020.

 

Molti collezionisti conoscono i francobolli PER giornali, cioè i cosiddetti newspaper stamp utilizzati per spedire i giornali. Ben pochi conoscono però i francobolli NEI giornali, cioè francobolli veri e propri pubblicati in Svezia su giornali locali e valevoli per l'affrancatura.

Essi sono pochissimi e sui cataloghi come il Facit raggiungono buone quotazioni. Alla data ne esistono 3:

- 1990: "Il Cuore" pubblicato nell'edizione dell'11 febbraio 1990 dell'EXPRESSEN e valido per uso postale solo fra l'11 e il 13 Febbraio di quell'anno;
- 1991 "Grazie Posta" pubblicato il 13 gennaio 1991 sull' AFTONBLADET e valido solo fra il 12 e il 20 gennaio,
- 1995 "Sting Post" pubblicato il 5 febbraio 1995 nel supplemento domenicale per ragazzi dell' EXPRESSEN. Validità postale solo fra il 5 e il 13 Febbraio. Ne esistono due tipi: uno con le forbici nell'angolo sinistro in alto e l'altro nell'angolo destro.